Geoffrey Kondogbia

La Pippa del girone d’andata è: Geoffrey Kondogbia.

Arrivato come una star per la cifra record di 35 milioni più 5 di bonus, Kondogbia non ha incantato e praticamente mai guadagnato la sufficienza. Nonostante l’Inter stia vivendo un momento di forma strabiliante, il giovane francese non riesce ad entrare nei meccanismi di gioco della squadra allenata da Mancini. Infatti, al momento, si registra una sola vera e propria giocata da “top player” e risale al giorno del suo arrivo a Milano quando si esibì con un balletto a dir poco osceno sul tetto della sede interista con bacio finale diretto al pubblico che lo guardava estasiato (o scioccato).

kondogbia-inter-presentazione-giugno-2015-ifa

Le colpe del suo scarso rendimento non sono però da attribuire solo all’ex Monaco, d’altronde è difficile rendere al meglio se il tuo allenatore ti schiera fuori dal tuo ruolo naturale; allora in cabina di regia meglio preferirgli un giocatore dai piedi educati come Gary Medel (ironia portami via), che da quando è stato rilasciato dalle forze dell’ordine ha deciso di mettere la testa a posto e spezzare tibie solo in campo. Per la gioia del dottor Galliani dunque il nostro Geoffrey, da Nemours, viene gentilmente relegato in panchina ed è proprio da li che guarda i suoi compagni vincere, sperando di poter tornare a saltare e gioire come quel giorno di giugno.

http://www.msn.com/it-it/video/guarda/inter-kondogbia-scatenato-saluta-i-tifosi/vi-AAbYOjY?refvid=AAbVBMy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *