Juve: chi ti darà fastidio l’anno prossimo?

Dobbiamo ancora aspettare due mesi prima che ricominci la nostra Serie A ma già in molti stiamo pensando al 19 agosto, quando scatterà la stagione 2018-2019 del massimo campionato italiano. A rendere ancora più trepidante l’attesa, è sicuramente l’assenza della nostra nazionale ai mondiali di Russia. Perché l’italiano, si sa, ha sempre voglia di calcio, anche quando è in vacanza. 

L’ultima stagione di Serie A è stata una delle più avvincenti degli ultimi anni, sarà così anche la prossima? Non possiamo di certo saperlo, ma gli scenari che si stanno delineando promettono un campionato sicuramente interessante. L’obiettivo delle grandi è sempre quello di spodestare il trono della “Vecchia Signora”, la Juventus, che il 20 maggio ha conquistato il suo settimo scudetto consecutivo. Il Napoli è stato all’altezza sino alle ultimissime giornate, ma per la prossima stagione quali potrebbero essere le squadre che daranno fastidio ai bianconeri? (Non è neanche da specificare che la Juve parta sempre favorita). Analizziamo come si stanno muovendo le grandi squadre di Serie A per rinforzare la propria rosa, considerando che molte stanno già operando sul mercato nonostante i contratti dei calciatori acquistati potranno essere depositati soltanto dal primo luglio.

Partiamo proprio dalla Juventus, la dominatrice assoluta in questi ultimi sette anni. La cosa forse più importante è che i bianconeri ripartiranno da Massimiliano Allegri, che, dichiarato da lui stesso, ha rifiutato la proposta del Real Madrid per continuare il progetto con la sua Juve. Una Juve che con lui ha vinto 4 scudetti, 4 coppe Italia ed è andata due volte in finale di Champions. Si riparte quindi da Max, il vero artefice delle vittorie della vecchia signora, che può sempre contare su una rosa di altissimo valore. La Juve ha già acquistato Emre Can, centrocampista tedesco di 24 anni che sicuramente farà rifiata Khedira e sarà utilissimo a metà campo. La difesa è ancora molto solida considerando che oltre a Benatia, Chiellini e Barzagli, si è aggiunto anche Caldara in arrivo dall’Atalanta. Se ne è andato Lichtsteiner, in direzione Arsenal, ma la Juve si è già mossa per la casella terzino e con tutta probabilità dovrebbe arrivare Damian. Là davanti i bianconeri si sono mossi già la scorsa estate con gli arrivi di D. Costa e Bernardeschi. Dybala a meno di offerte clamorose dovrebbe rimanere e tenere uno come lui non è mai una brutta idea, mentre potrebbe partire Mandzukic. Per quanto riguarda Higuain, si era parlato dello scambio con Icardi ma l’Inter ha smentito la trattativa. Aspettiamoci più in là, magari nel nel bel mezzo del calcio mercato, un gran colpo della Juve, probabilmente a metà campo. Milinkovic è il sogno.

Dell‘Inter parliamo non a caso subito dopo la Juve, perché è una squadra che potrebbe insidiare i bianconeri. L’acquisto di De Vrij, a stagione ancora in corso, è tanta roba e l’ex laziale forma insieme a Skriniar una delle coppie centrali più solide non solo della Serie A. L’altro grande colpo di mercato si chiama Nainggolan, che andrà a rinforzare notevolmente il centrocampo neroazzurro. Inoltre Luciano Spalletti ha già allenato Radja alla Roma ed è possibile che lo impieghi sotto la punta, ruolo nel quale ha fatto sfracelli a Roma con Lucianone. Sicuramente l’Inter deve cercare di tenere Icardi, perché è uno dei pochi giocatori che in Serie A ti assicura quasi 20 gol a stagione tutti gli anni. La clausola di Icardi per l’estero è molto alta, 110 milioni di euro. Il fatto poi che l’Inter giochi la Champions invoglierà il bomber a lottare per la causa.

Consideriamo la Roma alla pari dell’Inter come una delle principali avversarie della Juventus per la prossima stagione. La squadra di Eusebio Di Francesco si sta muovendo in anticipo sul mercato. L’ultimo arrivo in ordine di tempo è quello di Kluivert, figlio del più famoso Patrick, dall’Ajax. Con Cengiz Under e Schick il tridente più fantasioso e giovane del campionato è servito. Poi c’è sempre Dzeko, che nei momenti della stagione in cui è in forma può essere devastante. La Roma davanti può considerarsi a posto, vista anche la solita presenza più che utile di El Shaarawy. A metà campo i giallorossi potrebbero perdere Nainggolan, è vero, però non rimarrebbero scoperti. L’acquisto di Cristante, che con l’Atalanta ha raggiunto la giusta maturità , è molto importante. Così come Pellegrini, Cristante è un giocatore che si inserisce spesso in area di rigore e nel gioco di Di Francesco entrambi potrebbero sbocciare. Poi c’è il solito De Rossi, che garantisce concretezza in mezzo al campo, oltre che grande qualità. Resterà probabilmente anche Strootman, che si spera per la Roma possa tornare ai livelli di un tempo. Ed infine Coric, che arriva dalla Dinamo Zagabria e che una volta abituatosi al campionato italiano potrebbe essere la vera sorpresa. In difesa la Roma ha un’ottima coppia centrale, formata da Fazio e Manolas. Il vero rebus è quello di Allison, numero uno giallorosso corteggiatissimo dal Real Madrid, che è pronto ad offrire parecchi milioni per averlo. Se la Roma lo tiene, potrà lottare quasi certamente per lo scudetto.

Passiamo al Napoli, squadra che nell’ultima stagione ha fatto qualcosa di straordinario perché rimanere a lottare con la Juve quasi sino all’ultima giornata è stata una grande dimostrazione di forza dei partenopei. L’addio di Sarri si pensava potesse condizionare un popolo intero, ma De Laurentis aveva in serbo la sorpresa Ancelotti che ha rientusiasmato la piazza. Con Sarri il Napoli aveva dei meccanismi di gioco ben oliati, ma sicuramente con Carlo Ancelotti la filosofia di gioco cambierà. Ma Carletto è arrivato a Napoli per vincere una scommessa o perché gli sono state date le giuste garanzie, ossia acquisti importanti, dal presidente? E’ una domanda che in molti ancora si fanno. Bisogna aspettare quindi il mercato per capire se il Napoli potrà ancora una volta insidiare la Juve o per lo meno rimanere tra i primissimi posti . In difesa non dovrebbe cambiare sostanzialmente nulla, l’obiettivo è quello di non cedere di fronte anche a grandi offerte per Koulibaly. A metà campo occhio a Jorginho, nel mirino del City, pronto ad arrivare ad offrire 50 milioni. Il Napoli intanto si è assicurato Fabian Ruiz proprio nella giornata di ieri, centrocampista in arrivo dal Betis Siviglia. Hamsik, che voleva andare via, è stato convinto da Ancelotti a rimanere ed è possibile che dalla prossima stagione cambi anche ruolo. Carletto vorrebbe provarlo davanti alla difesa. Per quanto riguarda la porta, con Reina che ha salutato, l’obiettivo primario è Areloa del Psg, altrimenti si andrà o su Cech in prestito o su Meret dell’Udinese. La sensazione comunque è che il Napoli non riuscirà a fare il campionato della scorsa stagione, che si è concluso con 91 punti. Inter e Roma secondo noi in questo momento sono un gradino sopra.

Mettiamo infine la Lazio, che è stata forse la vera sorpresa del campionato scorso. Gli obiettivi sono quelli di tenere i giocatori più importanti, uno tra tutti Milinkovic, che lo vuole mezza Europa. Sicuramente la società lavorerà per arrivare a comprare un attaccante che possa far riposare Ciro Immobile, straordinario nell’ultima stagione. Per sostituire De Vrij si pensa ad Acerbi. La Lazio difficilmente insidierà le più grandi, dipenderà molto dai ricambi perché l’undici potrà essere ancora di ottimo livello, ma per competere con le migliori servirà una rosa più lunga.

In conclusione possiamo dire che le vere antagoniste della Juventus per la prossima stagione saranno Inter e Roma, che sulla carta sembrano essere più solide rispetto a Napoli e Lazio. Ovviamente tutto può cambiare, visto che il calciomercato deve praticamente ancora cominciare e chiuderà il 18 agosto. Ma, per adesso, mettiamo i nerazzurri e i giallorossi in vantaggio sulle altre per provare ad insidiare la Juventus,  squadra che negli anni grazie a una grande società è diventata una delle squadre più forti d’Europa.

Edoardo Perrotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *