Il segreto della vita

Facebookgoogle_plusinstagrammail
Il Segreto della Vita

Guardo dalla finestra nella convinzione di scorgere qualcosa di nuovo, un particolare che non avevo ancora notato.
Guardo, in silenzio.
La mia vista si appanna.
Ci metto 3 o 4 secondi a capire che non sono gli occhiali il problema.
Le lacrime mi rigano il viso.
Ci sono dei giorni così.
Quei giorni in cui il cuore ricorda. Ricorda ciò che hai vissuto.
E ti senti grata. Grata semplicemente per poterlo ricordare.

La parola dell’anno è ‘resilienza’, ma nel corso degli ultimi mesi me ne è stata affidata un’altra: ‘assertività’. Amo queste parole.
Ho sempre pensato che certi vocaboli avessero un potere differente, forse sconvolgente.
Resilienza e assertività: potrebbe sembrare che insieme non siano adeguate, eppure. Eppure sono le parole che mi stanno dando la spinta in più. Quella spinta per cercare di fare il gran salto.
La resilienza è la capacità di un materiale di assorbire l’urto, di attutire il colpo senza infrangersi. Arriva la botta, pensi che sia forte e che faccia male, ma non crolli.
L’assertività è la capacità di comunicare e farsi valere orientando le scelte altrui, senza mai essere prepotente e ottenendo il loro consenso. Usi le parole giuste, il tono giusto, nel momento giusto e convinci l’altro di ciò che stai dicendo.
La prima mi ha permesso di sopravvivere, la seconda di rinascere.

E ora mi trovo qui, davanti a una finestra, con gli occhi pieni di lacrime e un sorriso enorme stampato sul volto, a ringraziare il cielo e la vita di non avermi rubato il dono più bello.

Queste giornate servono. Servono a ridimensionarsi, a capire che la vita va colta e vissuta, che ogni emozione fa parte di essa e che i drammi si fanno solo per le cose veramente gravi; al resto possiamo dedicare, al massimo, uno sfogo.
Sono grata perché ho ricevuto molti doni dalla vita, molti di più di quanti sono stata in grado di donare; sono grata perché ho capito cosa per me sia importante; sono grata per la mia famiglia, perché ho un sacco di amici, perché sono persone splendide e perché mi sopportano; sono grata perché mi è stata data la possibilità di amare, in forme diverse; sono grata semplicemente per ciò che diamo per scontato ogni giorno.

Ci ho messo tempo a capirlo e non sempre, non ogni giorno, è tutto chiaro come in questa giornata, ma, intanto che me lo ricordo, vorrei salvarmi il messaggio:

AMARE – VIVERE – RIDERE – CAMMINARE and… REPEAT, please!

Ecco il segreto della vita.

Penso che alla fine dell’anno sia necessario fare il punto della propria situazione e capire dove si voglia andare per darsi una spinta in più.
Spero sia lo stesso per tutto voi e con 2 giorni d’anticipo, vi auguro un sereno e felice anno e di sorprendervi per le piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *